Questo sito potrebbe utilizzare cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. Leggi di più

0
Home / Info Salute

Ictus, al via il mese della prevenzione: importante anche mangiare bene...

Stampa
31 Marzo 2016
foto
Studi scientifici confermano come il consumo di olio d'oliva, frutta, verdura e pesce azzurro possa ridurre il rischio ictus fino al 20 per cento. L'ictus cerebrale, purtroppo, rappresenta ancora la seconda causa di morte a livello mondiale e la terza nei paesi industrializzati. E le previsioni non sono delle migliori: entro il 2020 la mortalità per ictus rischia di raddoppiare a causa dell'invecchiamento della popolazione.

L'ictus cerebrale, però, non solo si può curare ma si può prevenire nell'80% dei casi. Per questo A.L.I.Ce. Italia Onlus ha fatto di aprile il mese dedicato alla prevenzione.

 

"Con campagne informative come aprile mese della prevenzione, A.L.I.Ce. Italia Onlus - ha detto Francesco Gaballo, vicepresidente dell'associazione - intende ridurre l'incidenza dell'ictus cerebrale e migliorare la qualità della vita delle persone colpite, proprio attraverso la diffusione della conoscenza della patologia e dei suoi principali fattori di rischio".

 

Le linee guida sia nazionali che internazionali raccomandano di seguire adeguati stili di vita, che portino a controllare l'eccessivo peso corporeo e l'obesità, attraverso l'attività fisica moderata e costante, e un'alimentazione sana come quella che prevede la dieta mediterranea.

 

Il controllo della pressione arteriosa è fondamentale, fino dai 40 anni, ancora più importante nei diabetici, così come il riconoscimento della aritmia cardiaca definita fibrillazione atriale e l'astensione dal fumo. Nel corso di aprile A.L.I.Ce. Italia Onlus darà vita a numerose iniziative di prevenzione con particolare attenzione all'alimentazione.